La Nostra Storia - Viola delle Lame

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Nostra Storia

La Nostra Storia

 L'Allevamento



La mia carriera di allevatore è iniziata nell'83, dopo aver passato un
periodo un po' difficile in cui il lavoro non mi bastava più e avevo
bisogno di un nuovo scopo di vita.

Così ho iniziato a interessarmi ai cani e a studiare le varie razze,
ma non riuscivo a trovare il tipo che più rispecchiasse il mio modo di essere.

All'improvviso una mezza folgorazione mi indusse ad appassionarmi
al Bolognese, ma non sapevo dove poterne trovare un esemplare.

Poi grazie a un colpo di fortuna, o forse per volere del destino, un'amica
mi regalò la sua cagnetta Rosy, un Bolognese proveniente dal vecchio
allevamento del "Meraviglioso".

Da lì iniziò la mia avventura con questi splendidi e particolarissimi
quattrozampe di piccola taglia.

I primi esemplari che ho posseduto non erano fortemente tipici della razza.
Poi è arrivato Tommy, un cane senza pedigree che Alessandro Timpani
aveva acquistato come Maltese e che poi si è rivelato essere il Bolognese
più bello del mondo, ancora oggi soggetto di riferimento e mai superato da nessuno per bellezza e tipicità, Tommi è servito a risollevare la razza che rischiava l'estinzione trasmetendo le principali caratteristiche che si erano perdute nel tempo a causa della elevata consanguineita.
Tommi mi ha dato la possibilità di creare un'ottima genealogia mirata.

Grazie a Rosi  soggetto dell'allevamento "Meraviglioso" e con Tommi, ho creato
altre linee di sangue in alternativa, ricercando e producendo scrupulosamente cappostipite.

Il mio obiettivo è quello di mantenere le caratteristiche peculiari della razza,
di creare dei cani belli nel rispetto dello standard e soprattutto di farli crescere
bene, in un ambiente sano e pulito.

Per ottenere tale obiettivo, nel mio allevamento nascono di 20-30
esemplari all'anno. Le richieste in aumento dei paesi di tutto il mondo
                                              

                                                            Riccardo

Torna ai contenuti | Torna al menu UA-79197350-1